I migliori oggetti high-tech per il 2021

Parlare con parenti e amici, lavorare, tenerci in forma, spostarci in città, controllare il nostro stato di salute, studiare e divertirci: nel 2020 abbiamo utilizzato la tecnologia proprio per tutto. Molti sono gli oggetti high-tech che sono diventati essenziali nel nostro quotidiano. E altrettanti saranno i protagonisti del 2021. Ma quali saranno quelli più gettonati? Sicuramente, spiegano gli esperti, tutti gli strumenti che ci aiuteranno a lavorare da remoto in modo sempre più efficace, rendendo le nostre case delle postazioni sempre più connesse, quelli che monitoreranno il nostro stato di salute e infine, quelli che ci accompagneranno verso una mobilità sempre più green. 

Ecco qualche esempio. 

Le smart TV compatibili con il nuovo digitale terrestre

Con l’arrivo del 2021, per molti italiani si renderà necessario comprare un nuovo televisore, in vista dei cambiamenti che interesseranno il digitale terrestre nei prossimi 2 anni. Dal primo settembre 2021, infatti, tutte le emittenti dovranno usare la codifica Mpeg-4, abbandonando la più vecchia Mpeg-2, mentre nel luglio del 2022 avverrà il cambiamento più significativo: tutte le trasmissioni andranno su Dvb-t2 (il secondo standard di trasmissione del digitale terrestre), con codifica Hevc, che permette di ottenere una qualità d'immagine superiore. Si tratta di un doppio switch-off (chi possiede TV non compatibili non potrà vedere i canali del digitale terrestre), reso necessario anche per liberare le frequenze in vista della diffusione del 5G.

I modelli a disposizione sono davvero tanti e variano per tecnologia, risoluzione, grandezza e prezzo ed è importante scegliere quello giusto sia per l’utilizzo che se ne fa che per gli spazi che abbiamo a disposizione. Tra i prodotti top di gamma il Corriere della Sera cita il modello LG CX55, adatto sia per gli amanti del cinema che del gaming: è dotato infatti di tecnologia OLED 4K e di uno schermo da 55” con supporto HDR10, per immagini di alta qualità. Il prezzo di questa smart TV si aggira intorno ai 1500 euro. 

Altro modello consigliato, sia per guardare film che per i videogiochi, è il modello Samsung Q95 T, disponibile in versione 55” (con un prezzo che va da 1399 a 1470 euro) o con uno schermo da 65” (per 2199 euro). Si tratta di una TV con tecnologia 4K QLED, con un’ottima risoluzione immagine, dotata di amplificatore intelligente della voce (AVA) e di ultra viewing angle, per immagini uniformi indipendentemente dall’angolazione da cui si guarda. 

Per aiutare le persone in questa transizione, già con la Legge di Bilancio del 2018, il Governo aveva avviato un’iniziativa per sostenere le famiglie con reddito ISEE in fascia 1 e 2 (non superiore ai 20 mila euro). I fondi previsti per il periodo 2019-2022 erano di 150 milioni di euro, a cui si aggiungono ulteriori 100 milioni di euro stanziati con la Legge di Bilancio del 2021.

Anche quest’anno, quindi, i cittadini possono usufruire di questa agevolazione, che prevede un contributo massimo di 50 euro per l’acquisto di un televisore o di decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi. Il bonus può essere utilizzato direttamente al momento dell’acquisto della TV, presentando l’apposita richiesta di sconto, che viene rilasciata dopo aver compilato il modulo apposito disponibile sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico. 

Monopattini e bici elettriche

Non a caso li abbiamo inseriti tra i premi “entry point” del Fidelity Program dedicato ai nostri partner, hanno avuto una grande diffusione sul nostro territorio nel corso del 2020, anche grazie ai servizi di sharing mobility disponibili in gran parte delle città italiane e grazie al bonus del governo che rimborsa fino al 60% della spesa sostenuta (fino a un massimo di 500 euro). Bonus, che è stato confermato anche nel 2021. Ma come orientarsi tra le varie offerte?

Tra i monopattini top di gamma, citati dalla stampa specializzata, c’è il monopattino Xiaomi Mi Electric Scooter Pro 2, che può raggiungere i 25km/h ed è dotato di 3 velocità per adattarsi alle esigenze del passeggero e al traffico cittadino. Può percorrere fino a 45 km con una ricarica e il suo sistema è in grado di recuperare l'energia cinetica di ogni frenata e di convertirla in energia elettrica utilizzabile, per aumentarne ulteriormente l'autonomia. È inoltre molto semplice da trasportare: bastano solo 3 secondi per ripiegarlo e ha un peso di poco più di 14 kg. Il prezzo di mercato si aggira intorno ai 529 euro, ma già dalla fine del 2020 si poteva trovare in offerta per un prezzo inferiore ai 500 euro.

Citato da molti siti specializzati tra i migliori del 2020, è poi il monopattino Ninebot Segway ES2. Con i suoi 12,5 kg di peso, una volta ripiegato può essere trasportato con facilità. Raggiunge anch’esso i 25km/h, con display per controllare la velocità e i consumi, con la possibilità di impostare la guida automatica per i tragitti più lunghi. Entrambe le ruote sono provviste di ammortizzatore, così da permettere una guida sicura anche in situazioni di terreno problematico. Il prezzo si aggira intorno ai 450 euro.

Tra le bici elettriche più segnalate, c’è il modello NCM Milano, ideale sia per brevi spostamenti che per tragitti più lunghi: i suoi punti di forza sono la comodità, grazie alla sella in pelle sintetica e le impugnature ergonomiche, e la batteria da 600 Wh, che consente un’autonomia di 120km (in modalità eco). È dotata di un display a LED, di un motore posteriore da 25 W e di freni a disco meccanici Tektro con rotore da 160 mm e inibitore del motore, per una guida sicura a tutte le velocità. Si tratta di una bici di fascia media, a un prezzo di 1200 euro (Amazon). 

Tra le migliori per il rapporto qualità/prezzo c’è la bici pieghevole i-Bike Fold 20, dotata di un telaio in acciaio, ruote da 20” e un motore da 200W con tre livelli di assistenza. Ha un’autonomia di circa 40 km con batteria estraibile, che può essere quindi ricaricata comodamente a casa o in ufficio. Tra i suoi punti di forza c’è la praticità: i tre punti di sgancio e i pedali ripieghevoli la rendono facile da trasportare in treno o nel portabagagli dell’auto. Pesa 22 kg ed è venduta su Amazon a un prezzo di 753, 59 euro. 

 

Smartwatch con saturimetro

Tra gli oggetti che sono entrati nelle nostre case nel 2020 ci sono i saturimetri, strumenti che misurano il livello di ossigenazione del nostro sangue e che per molti medici sarebbe sempre consigliabile avere in casa. 

 

 

Alcuni smartwatch hanno integrato la tecnologia dei pulsossimetri, i cosiddetti saturimetri da dito, che attraverso l’emissione di raggi luminosi (infrarossi o led) e l’utilizzo di un fotometro sono in grado di stimare il tasso di ossigenazione del sangue. Va precisato che non si tratta di strumenti medici, ma sono oggetti in grado di fornire una stima indicativa. 

Tra gli smartwatch più venduti dotati di questa tecnologia ricordiamo l’Apple Watch 6 (con un prezzo di 430-470 euro), che dispone di un’app per la misurazione dei livelli di ossigeno presenti nel sangue (Livelli O2) e una per il monitoraggio dello stato del cuore (ECG3), con la possibilità per l’utente di esportare i tracciati in PDF. 

Tra i top gamma rientra anche un modello Garmin (che da tempo integra ai suoi orologi intelligenti la funzione di rilevamento di ossigenazione nel sangue): si tratta di Garmin Videosmart 4, completamente touchscreen e dotato di un display OLED da 0.5, funzionalità di rilevamento dei battiti, delle funzionalità cardiache e delle abitudini durante le fasi del sonno. Dotato di una batteria che può durare fino a sette giorni, il prezzo di questo smartwatch è di 95 euro (Amazon). 

 

Condividilo su: