Vacanze in relax: le serie top dell’anno da vedere durante le feste

Drammatiche, mozzafiato, intriganti, imperdibili. Sono le serie tv che catturano attenzione e consenso. Nel moltiplicarsi dell’offerta delle diverse piattaforme in streaming, il catalogo è ampio e di gran pregio: si va dalle serie innovative lanciate da Raiplay, alle serie Doc firmate da grandi registi per Netflix, Amazon Prime e DisneyPlus. E allora, perché non approfittare delle feste per concedersi vere e proprie abbuffate davanti allo schermo? Che siate serie addicted e veri binge watcher, o neofiti del genere, ecco 7 serie tra quelle da rivedere e quelle in arrivo. 

Gomorra, Netflix. Per un po’ di adrenalina

Scelta dal critico televisivo del New York Times, Mike Hale, come migliore serie internazionale, Gomorra è una delle poche produzioni non in lingua inglese segnalate dal quotidiano americano. Quella che è stata definita dal critico un’“avvincente saga di gangster napoletani”, ha riscosso un notevole successo anche in Italia, dove è arrivata al capitolo finale con gli ultimi episodi andati in onda il 17 dicembre. Tratta dal romanzo di Roberto Saviano, è stata distribuita in 190 Paesi e non è la prima volta che la serie viene premiata dalla critica statunitense. Sempre il New York Times nel 2016 l’aveva inserita in terza posizione definendola "una miscela irresistibile di velocità, tensione, atmosfera desolata e cruda violenza". Appena tre anni più tardi ha conquistato il quinto posto tra le migliori serie internazionali dell’ultimo decennio

La ferrovia sotterranea, Amazon Prime Video. Per uno sguardo sulla storia

Il premio Oscar per Moonlight, Barry Jenkins, ha adattato il romanzo di Colson Whitehead, Pulitzer per la narrativa nel 2017. La ferrovia sotterranea in dieci episodi racconta le vicende di Cora Randall (Thuso Mbedu), una giovane schiava in una piantagione di cotone della Georgia che riesce a fuggire grazie a una ferrovia sotterranea. Una fiction, che si basa su una premessa vera. Infatti, non tutti sanno che a metà Ottocento negli Stati Uniti con il termine “ferrovia sotterranea” non si intendeva una stazione con treni e binari, ma una serie di percorsi segreti usati dagli schiavi per fuggire dalle piantagioni del Sud e raggiungere gli stati liberi del Nord. 

Blanca, Raiplay. Giallo dai toni soft, per chi ama le belle storie

Tratta dai romanzi di Patrizia Rinaldi, Blanca racconta lo straordinario viaggio di una giovane donna non vedente che ha la possibilità di realizzare il sogno che aveva sin da bambina: diventare una consulente della polizia. Per regalare un tocco di realtà alla storia, la produzione si è avvalsa della consulenza speciale e artistica di Andrea Bocelli. Blanca è anche la prima serie al mondo che utilizza l’olofonia, una tecnica di registrazione del suono che permette di essere percepito anche dall’apparato uditivo dell’uomo.

A casa tutti bene, SkyNow. Per chi pensa che tutte le famiglie si assomiglino

Remake dell’omonimo film di Gabriele Muccino, la serie Sky Original è disponibile dal 20 dicembre su Sky Serie e Now. Come spesso accade nelle trame mucciniane, la serie entra nelle dinamiche di una famiglia e dei problemi che la circondano, tra passato e presente. Mentre nel film il regista imponeva ai suoi protagonisti una convivenza forzata, qui “li obbliga” a condividere pensieri e giornate alle prese con l’eredità del padre, marito, fratello. Infelicità, doppie vite, tradimenti, inganni e ricatti rimangono al centro della trama ideata da Gabriele Muccino, tra flashback e vicende che si snodano nel presente. 

Chiami il mio agente, Netflix. Per gettare uno sguardo leggero dietro le quinte del mondo delle star

Camei dei più grandi attori francesi che nella serie interpretano sé stessi (da Nathalie Baye a Fabrice Luchini, a Isabelle Adjani e Juliette Binoche) e humor parigino. Sono questi i due ingredienti che rendono Dix pour cent – in italiano Chiami il mio agente – davvero irresistibile. Ideato da una voce femminile originale e di grande ironia, quella della scrittrice e sceneggiatrice Fanny Herrero, Chiami il mio agente è il racconto corale di quattro agenti cinematografici dell’agenzia di spettacolo parigina ASK. Le vite caotiche dei protagonisti si intrecciano con quelle dei loro complicati e capricciosi attori. La trama mai banale è una dedica attraverso il filo sottile del successo e dell’insuccesso, tra bugie creative e verità spesso manipolate. 

Dopesick, su Disney+. Uno sguardo sul mondo opaco di Big Pharma

La miniserie Dopesick è composta da otto episodi ed è ispirata al secondo libro bestseller di Beth Macy: Dopesick: Dealers, Doctors and the Drug Company that Addicted America. Partendo dai laboratori e dai dipartimenti di marketing di Big Pharma, la miniserie fornisce uno sguardo inedito e critico sul marketing che ha circondato il lancio di alcuni farmaci, ritenuto responsabile di averne promosso un uso smodato e irregolare. Grandi interpretazioni di Michael Keaton e Rosario Dawson, con la regia per le prime due puntate di Barry Levinson, autore di capolavori come Rain Man e Good Morning Vietnam.

The Great, Starzplay. Per chi ama i drammi storici

È appena arrivata la seconda stagione dell’acclamata serie scritta da Tony McNamara, che racconta l’ascesa di Caterina II di Russia. Questa volta, con protagonisti Elle Fanning e Nicholas Hoult, troviamo anche Gillian Anderson come guest star in due episodi. Una seconda stagione che ha portato nuove nomination alla serie e ai suoi due protagonisti, sia ai Critics Choice Awards che ai Golden Globe. La trama? È la storia dell’ascesa al potere alla corte degli zar della giovane Caterina di Anhalt-Zerbst, sposa assai delusa di Pietro III che, nonostante le aspettative, si trova di fronte una corte e un Paese davvero arretrati. Una serie perfetta per gli amanti dei drammi storici e per chi, durante queste feste, è alla ricerca di una storia complessa, coinvolgente e ricca di colpi di scena.

Condividilo su: