NFON si posiziona tra le 10 aziende europee più innovative

Frost & Sullivan, società di ricerca e consulenza in strategie di crescita, ha inserito NFON tra le dieci aziende europee più innovative nel mercato della telefonia IP e UCaaS (Unified Communications as-a-service). La società statunitense ha realizzato uno studio sul potenziale di crescita del mercato europeo di servizi UCaaS e delle soluzioni VoIP, confrontando 120 compagnie che operano in Europa e Gran Bretagna.

Il ranking delle compagnie è avvenuto in base a considerazioni riguardola scalabilità del servizio, l’innovazione, la ricerca e sviluppo, il portafoglio prodotti, la capacità di cavalcare i trend del mercato, l’orientamento al cliente, la crescita commerciale, la vision e la strategia, il fatturato e il marketing.

Proprio l'elemento innovativo ha permesso a NFON di posizionarsi come leader europeo nelle soluzioni VoIP: è dal 2007, infatti, che NFON lavora per offrire ai propri clienti le migliori soluzioni nei servizi di telefonia cloud. Grazie ad una piattaforma di proprietà, l’azienda è stata capace di crescere e di innovarsi costantemente, offrendo soluzioni flessibili e scalabili. 

Infatti, negli ultimi anni NFON è cresciuta a ritmi più veloci del mercato, espandendo la sua base di clienti del 30-35% all’anno. Una crescita che non si è arrestata nemmeno nel primo semestre del 2020, nonostante le pesanti ripercussioni economiche della pandemia di Covid-19.

Ma grazie proprio alla brand reputation e al carattere innovativo del suo centralino in cloud, sempre più compagnie si sono affidate a NFON e hanno scelto Cloudya per garantire la continuità del business, anche da remoto. Una flessibilità e una reattività, che ci hanno garantito la possibilità di rispondere prontamente all’aumento della domanda, che il mercato ha premiato. 

Posizionarci tra le prime dieci aziende rappresenta un'ulteriore conferma del nostro successo e della strategia di crescita che abbiamo adottato sino ad oggi. Il nostro modello di business offre un enorme potenziale. Il nostro obiettivo è chiaro: vogliamo essere al primo posto nel settore della telefonia in cloud in Europa”, ha commentato Hans Szymanski, CEO e CFO di NFON. 

Questa strategia di crescita continuerà anche nei prossimi mesi, con la ricerca di nuovi partner europei, nuove soluzioni UCaaS integrate e con l’apertura di una nuova sede in Portogallo. 

L’offerta di NFON

Il cuore del portfolio dell’offerta di NFON è proprio Cloudya, il centralino in cloud, che con una serie di soluzioni integrate e premium offre ai clienti un centralino in grado di gestire le comunicazioni aziendali a 360 gradi. Soluzioni, che permettono ai clienti di acquisire la flessibilità necessaria per aumentare la produttività, la user experience, ma anche la employee experience. 

Cloudya è infatti una soluzione molto intuitiva e semplice da usare e questo la rende adatta anche alle aziende che adottano per la prima volta soluzioni di telefonia in cloud o che si sono avvicinate al lavoro da remoto soltanto di recente. Il centralino di NFON permette di gestire i contatti e le comunicazioni in modo continuativo, sia che si scelga di lavorare dall’ufficio che da casa. Non è necessario reindirizzare le chiamate: grazie al servizio multitelefono, una delle soluzioni integrate di Cloudya, è possibile associare lo stesso numero e la stessa email fino a un massimo di 9 dispositivi. 

Cloudya può essere utilizzato da qualsiasi dispositivo, sia da una postazione fissa, che da un pc portatile, da un tablet e da uno smartphone: tutto quello che serve è una connessione internet. Caratteristiche che permettono ai clienti di gestire le proprie conversazioni in maniera rapida ed efficace, indipendentemente dal luogo in cui si trovano. 

Cloudya offre, inoltre, servizi volti a promuovere la collaborazione tra membri del team, come il servizio di audioconferenze moderate che permette di organizzare riunioni a distanza con un massimo di 50 partecipanti. 

Nel 2019 NFON ha lanciato la soluzione Nvoice for Microsoft Teams, una soluzione premium dedicata agli utenti di Microsoft Teams e che ci ha permesso di estendere ulteriormente il portfolio clienti. 

Gli scenari futuri per il mercato europeo

Secondo lo studio di Frost & Sullivan, il 2020 potrebbe essere un anno di svolta per il mercato europeo dei servizi VoIP e delle soluzioni UCaaS. Le misure restrittive adottate per far fronte alla pandemia hanno infatti incentivato sempre più aziende ad adottare queste soluzioni. 

Un mercato, che da diversi anni sta attraversando una fase di crescita, anche grazie alla disponibilità di servizi che, differenziandosi per prodotti e prezzi, si avvicinano sempre di più alle esigenze delle aziende.

Frost & Sullivan stima che l’integrazione dei servizi di telefonia VoIP e delle soluzioni UCaaS con app di produttività e di gestione aziendale attraverso le piattaforme API (Application Programming Interface) e le piattaforme di comunicazione as-a-service permetterà di migliorare i flussi di lavoro critici e di realizzare risultati più tangibili. 

Un settore destinato a una crescita progressiva, come conclude il rapporto, che anche se per il 2020 registra qualche difficoltà dovuta all’instabilità causata dalla pandemia, torna a prefigurare scenari di grande sviluppo per il biennio 2021- 2022.

permettono di analizzare elementi come il battito cardiaco e la respirazione. 

Protezione dei dati e feedback “sensibili”: le sfide dell’immersive learning

AI, VR, AR: la tecnologia oggi è dunque in grado di ricreare ogni tipo di situazione in cui il lavoratore potrebbe trovarsi, a seconda del comparto in cui opera. Al contempo, la possibilità di rilevare parametri biometrici consente di monitorare la reale efficacia dei programmi in corso. Nasce quindi un problema di interpretazione dei dati, che deve essere il più rispettosa possibile della realtà del singolo e del contesto in cui opera, e di tutela della privacy. 

Occorre perciò assoluta chiarezza sulla tipologia dei dati raccolti, sull’utilizzo che l’azienda intende farne e sulle soluzioni scelte per la protezione delle informazioni e il rispetto della privacy.  

Condividilo su: