Il decalogo dell’ufficio sostenibile: 10 idee per lavorare limitando l’impatto sull’ambiente

Sia che tu lavori in un ufficio, sia che tu faccia smart work da casa o da uno spazio di coworking, proprio come noi di NFON, queste regole ti aiuteranno a rendere più sostenibile il tuo lavoro quotidiano. Ma ricorda la regola più importante: la scelta green non può essere solo di un singolo: più persone sarete ad adottare certi comportamenti e meglio sarà. Anche in ufficio cerca di essere il cambiamento che vorresti vedere nel mondo.

  1. Basta carta. Bozze, doppie copie dei documenti e revisioni intasano le nostre stampanti e creano cumuli di carta da smaltire. La soluzione green è quella di azzerare la carta. Cominciare a stampare solo ciò che è strettamente necessario, per capire in poco tempo l’inutilità dello stampare documenti e presentazioni. Le varie bozze di un documento possono essere facilmente conservate in digitale sul tuo laptop o, meglio ancora su un cloud condiviso, e altrettanto facilmente smaltite con un clic.
  2. Diventa un testimonial. Se lavori in un ufficio o in un coworking puoi farti promotore di iniziative green e sensibilizzare chi lavora con te o intorno a te. Puoi creare un “sustainabilty team” con altri colleghi e incoraggiare protocolli comuni per lo smaltimento dei rifiuti, per il risparmio energetico o per i prodotti che vengono usati nelle pulizie. Queste iniziative “dal basso” funzionano molto di più di qualunque decisione aziendale.
  3. Sfrutta al massimo la luce naturale. Oltre a essere la soluzione più verde è anche la migliore per la vista. Basta orientare sedia e scrivania in modo ottimale e avere un buon sistema di tende regolabili. Più tardi accenderai la luce e meglio sarà, per il tuo umore e per l’ambiente.
  4. Cura una pianta da ufficio. Non importa se grande o piccola, una pianta in prossimità della tua postazione di lavoro migliorerà la qualità dell’aria intorno a te e ti aiuterà a ricordare che c’è un mondo bellissimo lì fuori.
  5. Stacca tutto. Quando hai finito di lavorare stacca tutte le spine che puoi staccare. Oltre a essere un gesto liberatorio ti farà risparmiare tutta quell’elettricità che viene consumata da stampanti, computer o caricatori di dispositivi mobili lasciati inutilmente in stand by o allacciati alla rete.
  6. Niente plastica. Non permettere più a bottigliette, bicchierini, posate o piatti usa e getta di entrare nel tuo spazio di lavoro. Scegli sempre bicchieri, stoviglie e recipienti per l’acqua lavabili e riutilizzabili.
  7. Organizza una centrale per il riciclo. Si fa presto a dire raccolta differenziata ma il più delle volte, o per pigrizia o per mancanza di regole condivise, si rischia di fare peggio. È importante quindi che i recipienti per la raccolta differenziata siano sistemati tutti insieme e le regole siano esposte chiaramente, possibilmente non solo in italiano.
  8. No al riunionismo. A quante riunioni inutili ci sottoponiamo ogni settimana? Quanto tempo prezioso sottraiamo al nostro flusso di lavoro per affrontare un problema che poteva essere risolto con una email? Le riunioni inutili hanno anche un effetto sull’ambiente: spostamenti su mezzi inquinanti, rinfreschi improvvisati che inevitabilmente generano rifiuti e plastica e pulizie supplementari a fine giornata. Ottimizza i tempi e stabilisci momenti di confronto con il tuo team di lavoro e con i clienti secondo calendari ben precisi. Gli strumenti di comunicazione di Cloudya sono particolarmente agili in questo senso.
  9. Smart commuting. Come vai al lavoro ogni mattina? Ti sei mai chiesto se stai ottimizzando le risorse? Organizzare un car pooling potrebbe essere il modo migliore per risparmiare denaro ed emissioni di CO2. Ancora meglio, se puoi, sarebbe usare una bicicletta. L’importante però è che la tua non sia una scelta isolata: poni il problema del trasporto ai tuoi colleghi e crea una rete di smart commuters.
  10. Rilassati e respira. Non sottovalutare l’impatto dell’inquinamento acustico sulla tua produttività e sul tuo umore. Fai in modo che nel tuo spazio di lavoro ci sia una stanza, ma anche solo un angolo, dedicato al silenzio e al relax. Può essere un luogo per chi pratica la meditazione o anche semplicemente per chi ha bisogno di un minuto per sé o di un rapido “power nap”.

infografica decalogo dellufficio sostenibile

 

Condividilo su: