La nuova frontiera dell’Hospitality si chiama Cloudya

Andato in crisi negli ultimi mesi, il settore alberghiero, uno dei settori nevralgici nel tessuto economico del Paese, è alla vigilia di importanti trasformazioni. Alberghi grandi e piccoli, boutique hotel, b&b, agriturismi possono diventare più smart, più connessi e più efficienti. 

Dall’automazione all’IoT, Internet of Things, tecnologie e applicazioni sono oggi in grado di trasformare l’experience del cliente, contribuendo al suo soddisfacimento e alla possibilità di una fruizione a tutto tondo dei servizi offerti. 

Nhospitality, il servizio di comunicazione virtuale pensato per l’industria alberghiera

Anche per questo, NFON ha lanciato Nhospitality, servizio creato appositamente per le strutture alberghiere. 

Abbiamo creato un servizio dedicato agli alberghi e alle strutture ricettive, perché il concetto del centralino telefonico è cambiato”, spiega Marco Pasculli, Managing Director di NFON. “Molti alberghi sono andati nella direzione di una decisa digitalizzazione, per esempio per quel che riguarda le prenotazioni online o la domotica nella stanza. Ma il livello della telefonia è purtroppo rimasto uguale a tanti anni fa”. 

Nhospitality è il servizio di comunicazione in cloud che manda in pensione il vecchio e obsoleto centralino, permettendo agli hotel di ottimizzare tutti i processi dove le conversazioni sono il fulcro, dalle chiamate in camera a quelle tra il personale interno. “Negli alberghi, il telefono era lo strumento per chiamare casa, il bar, i clienti oppure per la sveglia. Oggi non si usa più, cellulare e pc hanno sostituito la maggior parte delle funzioni. Nhospitality invece offre servizi di nuova generazione, integrando strumenti di domotica, tab digitali, tool online”.

Sveglia multilingue, gestione dello stato delle camere durante il check-in e il check-out, oltre ai massimi livelli di controllo e sicurezza. “Gli imprenditori e i proprietari delle strutture ricettive curano molto la sicurezza informatica, soprattutto per quel che riguarda la protezione dei dati dei clienti. Ma a volte sottovalutano il fatto che quel centralino telefonico non aggiornato da anni è un server IP collegato alla stessa rete su cui vengono conservati i dati dei clienti. Noi di NFON, rimuovendo il centralino telefonico dell’albergo, andiamo ad aumentare la protezione informatica, la sicurezza della rete dell’albergo” conclude Pasculli. 

 

Nhospitality: una soluzione facile e flessibile 

Proprio come Cloudya, il sistema telefonico di NFON, Nhospitality è infatti un servizio in cloud che non richiede installazioni o hardware e viene aggiornato in modo automatico e a costo zero, offrendo piani tariffari mensili basati sull’utilizzo effettivo: di mese in mese si pagano soltanto i servizi usati. Compatibile con la comunicazione mobile, il servizio permette di programmare e automatizzare le attività, configurare le procedure di servizio e gestire la comunicazione tra tutte le unità, dal back office ai team operativi, fino alle camere degli ospiti attraverso tutte le tipologie di dispositivi: telefoni Voip, pc, smartphone e tablet. Inoltre, si possono contattare i membri dello staff attraverso dispositivi mobili connessi in Wi-Fi o GSM per rispondere istantaneamente alle esigenze dei clienti.

Condividilo su: