Protezione dati aziendali: il cloud è davvero sicuro?

Protezione dati aziendali: il cloud è davvero sicuro?

Sicurezza informatica dei dati aziendali

In questi ultimi anni l’adozione del cloud computing da parte delle aziende è notevolmente incrementata. Un numero sempre maggiore di aziende ha infatti investito nella trasformazione digitale ed è migrata al cloud

Tra il 2018 e il 2020 le imprese che utilizzano servizi cloud sono passate dal 23 al 60%. Lo attesta il “Rapporto annuale 2021 dell’Istat sulla situazione del Paese”.L’Italia, inoltre, si posiziona al quinto posto, dopo Paesi Scandinavi e Olanda, nella classifica europea nell’utilizzo del cloud, secondo i recenti dati Eurostat. Sempre Eurostat specifica che il 79% delle aziende utilizza il cloud per la posta elettronica e il 68% per lo storage dei dati aziendali.

Questa corsa al cloud, resa obbligatoria per lo sviluppo dello smart working o lavoro ibrido, ha portato le aziende a implementare velocemente progetti in cloud e infrastrutture sicuramente non perfetti, distribuiti su più piattaforme, con conseguenze evidenti in termini di sicurezza. 

Di fronte a questi dati, infatti, il tema della sicurezza informatica diventa quanto mai importante e rappresenta una forte discriminante nella scelta del fornitore di fiducia, affidabile e solido. Questo poiché la gestione, conservazione e backup dei dati vengono demandati ad aziende specializzate, che devono garantirne la sicurezza. Quindi possiamo dire che, un servizio di archiviazione cloud è sicuro se lo è il suo fornitore. 

In qualità di fornitore europeo di servizi di comunicazione in cloud, nato in Germania, NFON, si è sempre impegnato a garantire la sicurezza dei dati aziendali dei propri clienti, rispettando tutte le normative Europee in materia di trattamento e archiviazione delle informazioni private. 

L’archiviazione dei dati avviene inoltre su data-center geo-ridondanti, per tenere al sicuro le aziende in ogni momento. NFON protegge i dati dei clienti tramite un robusto controllo degli accessi, il rilevamento delle intrusioni, la crittografia dei dati, l’utilizzo di firewall e soluzioni di sicurezza fisica. 

Per molte aziende il cloud è quindi diventato uno strumento di cui non è più possibile fare a meno, ma per altre è solo un sistema sconosciuto che trasmette ansie e timori. La principale preoccupazione riguarda una domanda fondamentale, che si stanno ponendo ancora in tanti: il cloud è davvero sicuro? Quanto sono sicuri i miei dati nel cloud? Proviamo quindi a rispondere a questa domanda e aiutarti a trovare la soluzione più sicura per te per la protezione dei dati della tua azienda.

proteggi-la-tua-azienda-dai-cyber-attack-nfon 

Il cloud è sicuro?

Le soluzioni in cloud permettono maggiore flessibilità, scalabilità ed efficienza. Chiunque però si affidi a servizi di comunicazione cloud, oltre ai numerosi vantaggi (LINK AL PROSSIMO ARTICOLO) che ottiene, affida al proprio provider anche i suoi dati sensibili, i messaggi riservati, le interazioni commerciali. Ovviamente, si vuole avere la certezza che i propri dati siano al sicuro, da qualsiasi rischio di danno, e rimangano assolutamente riservati. 

Ma quale sarebbe l’alternativa a un servizio cloud? Un computer o un server interno aziendale dove salvare tutti i dati ed effettuare backup. Anche in questo caso, l’IT manager dell’azienda o un partner esterno dovrebbe mantenere in sicurezza il server e il database. I rischi di questa soluzione sono molteplici. Sbalzi di tensione, di temperatura o guasti potrebbero danneggiare irreparabilmente i dati. Oppure, il rischio di cryptovirus che attaccano il sistema aziendale e vanno a criptare i contenuti, appropriandosene e rendendoli inaccessibili all'azienda. Per riavere nuovamente i dati, l'azienda sarebbe soggetta a ricatto da parte dell’hacker in questione. 

Chi fornisce questo tipo di servizi deve essere quindi in grado di garantire la massima protezione dei dati aziendali. Per noi di NFON, quindi, il cloud èla soluzione migliore per i dati informatici. Ti spieghiamo perché. 

NFON si affida a misure di protezione e standard di sicurezza elevatissimi per garantire la protezione dei dati dei suoi clienti:

  • Crittografia: tutti i dati e le chiamate sono crittografati e protetti da aggressori esterni.
  • Data center sicuri: questa è una specialità NFON. I nostri data center in Germania seguono i più elevati standard di sicurezza. La nostra azienda investe infatti moltissimo su misure di sicurezza efficaci ed aggiornate, per rimanere al passo rispetto ai nuovi rischi informatici, che si diffondono alla velocità della luce. A differenza dei sistemi IT o di comunicazione sviluppati in autonomia da un’azienda, i fornitori di servizi cloud possono sfruttare risorse completamente diverse, per garantire la massima protezione dei dati e meccanismi di sicurezza più performanti e aggiornati.
  • Protezione contro gli aggressori esterni: Virus, intrusioni e attacchi DDoS non hanno scampo, grazie ai più recenti programmi di protezione.
  • Ridondanza: i data center di NFON sono geo ridondanti, il che significa che i dati vengono duplicati più volte e messi in infrastrutture diverse, dislocate geograficamente. Gli utenti, quindi, possono accedere ai dati sempre e ovunque ci si trovi, anche in caso di guasto di un data center. È praticamente impossibile che i dati vengano contemporaneamente attaccati, persi o distrutti. 
  • Sicurezza legale: NFON offre i propri servizi in conformità con i requisiti GDPR, la normativa pioniera a livello mondiale nella protezione dei dati.

La protezione dei dati fa quindi parte del nostro DNA. Dalla nostra fondazione nel 2007, ci impegniamo per la massima sicurezza nel trattamento dei dati dei nostri clienti e partner.

 Utilizzo dei servizi cloud

La questione della sicurezza dei servizi in cloud dipende anche dal modo in cui le persone utilizzano i servizi cloud. Ogni azienda deve infatti implementare una politica di protezione dei dati per dipendenti, clienti e partner. Questo regolamento informatico è un documento che contiene tutte le indicazioni sui comportamenti da adottare, per un utilizzo sicuro dei dispositivi aziendali

Ad esempio, il controllo degli accessi è fondamentale, e molto più importante della posizione di archiviazione dei dati. Un server interno non è più sicuro di un data center cloud se non gestisci correttamente i diritti di accesso ai dati. Devi controllare chi ha accesso alle applicazioni, a quali dati e cosa possono fare con tali dati. Anche la sicurezza stessa del collegamento internet è un’altra accortezza importante, da non sottovalutare. 

Nello specifico anche i lavoratori possono fare qualcosa per difendere i dati e i dispositivi aziendali. Ne parliamo approfonditamente in un articolo dedicato. Tieni solo presente che per proteggere i propri sistemi informatici, anche la scelta della password è uno step cruciale. Una buona password deve essere scelta con prudenza, abbastanza lunga e aggiornata di frequente.

Istruire infine gli utenti su come proteggersi dagli attacchi informatici e prevenirli con soluzioni di sicurezza e soprattutto buone pratiche di condotta, è una altra importante azione da implementare in azienda. 

In conclusione, la prima cosa da fare per garantire la sicurezza nel cloud è selezionare un fornitore di servizi di fiducia. Scegli il partner affidabile con cui collaborare, che offra i migliori protocolli e sia conforme ai più alti standard di sicurezza.

Lo sappiamo bene noi di NFON, che lavoriamo da anni per offrirti soluzioni sicure che rispondano a tutte le esigenze della tua azienda. Non solo adottiamo strumenti che proteggono da attacchi di qualunque natura, completamente in linea con i più recenti standard di cybersecurity, ma abbiamo addirittura sviluppato dei sistemi di sicurezza informatici proprietari che si affiancano a sistemi di sicurezza commerciali.Per maggiori informazioni e una verifica sulle tue esigenze di sicurezza, puoi richiedere una consulenza gratuita senza impegno, tramite il nostro form di contatti.

 

25293-07 NFON AG Re-Design Content Assets 1 x Infographic- Security_V4_28-04-22 IT

 

Condividilo su: