Come il centralino in cloud aiuta la tua azienda a cambiare modalità di lavoro

Quale sarà il futuro del lavoro? Un dato è certo: dopo mesi di smart working, il mondo post-pandemia si sta avviando verso uno scenario di lavoro ibrido, dove al lavoro in ufficio si alternerà il lavoro da remoto, almeno per parte della settimana. 

Un recente rapporto di Accenture sul futuro del lavoro (“The Future of Work: A hybrid work model”) che ha interessato oltre 9.000 lavoratori di vari Paesi, ha mostrato come la maggioranza dei lavoratori (l’83%) pensi che il modello di lavoro ibrido, dove si ha la possibilità di lavorare da remoto tra il 25 e il 75% del tempo, sia “ottimale”.

A far pendere verso il giudizio positivo i partecipanti allo studio di Accenture, che anche durante l’emergenza sanitaria hanno potuto sperimentare il modello ibrido, un miglioramento nei livelli di stress e nelle relazioni con i colleghi e un rialzo del tasso di soddisfazione verso la propria azienda.

NFON conosce bene i vantaggi del modello flessibile e per questo lavora dal 2007 per offrire soluzioni in grado di garantire la continuità delle comunicazioni, indipendentemente dalla sede di lavoro scelta dall’azienda e dal lavoratore. Soluzioni come Cloudya, il centralino telefonico in cloud, che permette alle aziende di scegliere il modello di lavoro più adatto alle loro esigenze e a quelle dei propri collaboratori. Vediamo come, in 5 semplici punti. 

  • Cloudya permette di lavorare da casa o dall’ufficio senza alcuna interruzione

Con Cloudya ogni collaboratore ha accesso al suo profilo, che contiene tutti i dati e le comunicazioni di cui ha bisogno per la sua attività, indipendentemente dal fatto che si trovi in ufficio o meno: grazie al servizio multitelefono, infatti, è possibile collegare lo stesso numero e la stessa e-mail fino a 9 dispositivi.

Anche quando si trova a casa, o nel luogo scelto per lavorare, al dipendente basterà effettuare l’accesso al suo account personale tramite un semplice login. Grazie al servizio di casella vocale e alla possibilità di ricevere i messaggi della segreteria telefonica nella propria casella di posta elettronica, inoltre, nessuna chiamata verrà persa. 

Il lavoratore, inoltre, può accedere all’app di Cloudya attraverso desktop oppure da un dispositivo mobile. 

  • Non c’è bisogno di hardware 

Il centralino in cloud offre, rispetto ai centralini tradizionali, il vantaggio di un servizio che non necessita di hardware specifici. Cloudya, infatti, può essere installata nei dispositivi già presenti in azienda. E quelle aziende che hanno necessità di modernizzare il proprio hardware possono scegliere dall’ampia lista di dispositivi hardware consigliati da NFON, che include telefoni (cordless e non), telefoni da videoconferenza, adattatori, cuffie e molto altro. 

  • Libera il potenziale del tuo team IT

Cloudya è una soluzione plug & play, molto semplice e rapida da installare (può essere operativa in sole 24 ore). Il servizio è gestito da NFON (essendo un hosted PBX, l’infrastruttura non è installata presso l’azienda), che si occupa degli aggiornamenti e di qualsiasi problema tecnico si possa riscontrare, attraverso il servizio di assistenza attivo 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno, h24. 

Un’opportunità, che facilita il lavoro del reparto tecnico dell’azienda, che non deve più preoccuparsi della gestione dell’infrastruttura del sistema telefonico e può disporre di tool semplici per gestire gli utenti. 

  • Soluzioni integrate o premium, con il centralino in cloud c’è l’imbarazzo della scelta

Uno dei vantaggi del centralino in cloud è che offre un servizio flessibile, facile da modellare a seconda delle esigenze dell’azienda, con la possibilità di aggiungere le funzionalità che più si addicono al modello lavorativo dell’organizzazione. Cloudya, ad esempio, offre numerose funzionalità integrate volte a facilitare la collaborazione tra i dipendenti, a casa come in ufficio.

Oltre alle “classiche” funzioni PBX (come voicemail, code di attesa e molto altro) e al servizio multitelefono già citato, Cloudya è dotata di funzionalità per audioconferenze (dedicate alle riunioni da remoto anche dei team più grandi, con la possibilità di inserire fino a 50 partecipanti), di videochiamata 1-1 e di condivisione dello schermo. 

Oltre alle funzionalità integrate, le aziende possono scegliere tra un ampio portfolio di soluzioni premium, volte a soddisfare esigenze specifiche. 

Tra le soluzioni premium di NFON, da citare: Nconnect Voice, soluzione rivolta a quelle aziende che devono ancora fare il primo passo verso il cloud, Ncontactcenter (per la gestione completa della comunicazione con i clienti), Nhospitality (per le aziende operanti nel settore dell’ospitalità), Neorecording (per la registrazione e l’archiviazione delle chiamate in tutta sicurezza e nel rispetto delle normative vigenti) e Nvoice per Microsoft Teams, che integra la connettività PSTN al sistema telefonico di Microsoft.

  • Il centralino in cloud cambia insieme alla tua azienda

I servizi in cloud possono essere facilmente rimodulati. NFON ha reso questo vantaggio ancora più accessibile alle aziende, permettendo di riconfigurare le funzionalità prescelte di Cloudya anche in corso: il servizio è, infatti, regolato attraverso un contratto mensile, che permette alle aziende di aggiungere o rimuovere le utenze attive.  

Inoltre, grazie alla disponibilità di 250 mila numeri telefonici (anche internazionali) per cliente, Cloudya può collegare anche più sedi della stessa azienda. Un vantaggio non trascurabile, soprattutto alla luce dei cambiamenti che interesseranno il lavoro in ufficio nei prossimi mesi e anni. 

Condividilo su:

Iscriviti alla nostra newsletter!